Tu sei qui: Home Cultura Il Parco Minerario

Il Parco Minerario

www.turismomontieri.it

Adagiato sul fianco settentrionale del monte che porta il suo nome (Mons Aeris - monte del rame), Montieri è un castello medievale fondato per l'estrazione e lavorazione del rame e dell'argento, cosi come Gerfalco, Travale e Boccheggiano sono nati a presidio e controllo dei preziosi giacimenti ramiferi e argentiferi dei monti circostanti.
Nel XVI secolo Vanoccio Biringuccio senese attesta l'esistenza di una fonderia per il ferro lungo il Fiume Merse da lui stesso gestita. Nel XVIII secolo Giovanni Arduino, grande geologo veneto, intraprende alcuni scavi di miniere e impianta alcune fonderie per la produzione del rame e del vetriolo (solfato di ferro) in Loc. Cagnano/Carbonaie presso un affluente del Merse, però con scarso successo.

Boccheggiano è il centro che più di tutti e per più tempo ha difeso la sua vocazione mineraria, continuando l'attivita estrattiva del rame fino al secolo scorso, lungo il Fiume Merse, dove rimangono imponenti tracce dell'attivita mineraria ancora ben visibili: Le Roste.

Successivamente, dopo l'abbandono dell'attività estrattiva del rame, a Boccheggiano è cominciata l'era dell'estrazione della pirite in varie miniere tra cui la modernissima Miniera di Campiano, chiusa nel 1994.

Oggi le uniche ricchezze sfruttate del sottosuolo del comune di Montieri sono quelle geotermiche situate nei pressi della terra di Travale.

Lungo il Fiume Merse sono visibili dalla Strada Provinciale Massa M.ma-Siena i resti delle lavorazioni del rame della fine del XIX e inizi del XX secolo avvenute con il metodo della lisciviazione e cementazione (detto metodo Conedera).
II minerale di rame, estratto nella vicina Miniera Merse distante circa 2 km e lì lavato e frantumato, veniva trasportato su vagoni mediante una ferrovia decauville. Qui veniva accatastato in cumuli ed arrostito all'aperto.

L'acqua passata sui cumulli si arricchiva di solfati di rame e ferro (lisciviazione) e, successivamente, immessa nei forni da cementazione con l'aggiunta di barre di ferro, rilasciava il rame puro per un processo elettrochimico.

La porta del Parco è situata presso il Teatro Comunale di Boccheggiano dove si trova la Biblioteca ed il Centro di documentazione delle Miniere di Montieri.
Indirizzo:
Teatro Comunale di Boccheggiano Via Tasso, 3 - Boccheggiano (GR) tel. 0566 998142 ufficioturisticoboccheggiano@gmail.com Ufficio turistico di Montieri Piazza Gramsci, 4 - Montieri (Gr) tel. 0566 997024 ufficioturisticomontieri1@gmail.com
Telefono:
0566-998142 0566 997024
Fax:
0566-998142 0566 997024
Il Parco Minerario
www.turismomontieri.it
43.1311555 11.0166408
http://maps.google.com/staticmap?center=(43.131155499999998, 11.016640799999999),&zoom=15&size=535x230&maptype=Map&markers=43.1311555,11.0166408,blues&sensor=false&key=ABQIAAAAnd0WCXR0vdhQ117poePolRROhVFqAnILTKuuCxueufeLidn6fxQk8Q3nV4UygcBL0MMwgbTkHhCHSg

Azioni sul documento