Tu sei qui: Home Cultura Il patrimonio artistico Il patrimonio artistico

Il patrimonio artistico

Chiesa di San Giacomo

Della cinta muraria originaria del castello sono ancora visibili tre torri in filarotto, la prima delle quali è il campanile della chiesa dei santi Michele e Paolo. Le altre due sono le case torri Narducci e Mazzarocchi (di quest'ultima è conservata solo la base).

La casa torre Biageschi si trova in prossimità della chiesa dei SS. Michele e Paolo. Sono da segnalare anche le Fonti di sopra e le Fonti di Sotto, che risalgono ambedue al 1236.

La chiesa parrocchiale dei SS Michele e Paolo fu costruita nel XIV secolo (venne intitolata anche a San Michele, il patrono di Montieri nel 1540).

Nel suo interno si trovano un organo del 1604, una tavola raffigurante San Sebastiano del XVI sec., una piccola tela dal titolo "Madonna della Cintola" attribuita a Taddeo Gaddi (XIV sec.) ed alcune tele seicentesche.

Un'urna posta sopra l'altare maggiore conserva le spoglie del Beato Giacomo Papocchi, il cui culto è molto sentito tra la popolazione locale. Risale al 1670 il busto reliquiario dedicato al Beato.

La chiesa di San Giacomo si trova alla sommità del paese ed è dell'XI secolo. Ad essa fu addossata una piccola cella per consentire a Giacomo Papocchi di ritirarsi in penitenza. A poche centinaia di metri dal palazzo comunale, costruito nel 1901, su progetto di Lorenzo Porciatti si trova la chiesa di San Francesco edificata nel 1530-1556 al posto di un oratorio francescano, con frontalmente un porticato del 1855. Al suo interno un organo del XVIII sec. e nell'abside i seicenteschi stalli lignei del coro, una serie di dipinti di scuola senese ed opere di G. Nasini.

Non lontano dall'abitato si trova la Polveriera, antica costruzione usata in passato come deposito di polveri per le miniere.
In molte zone del Poggio di Montieri sono disseminati pozzi di estrazione mineraria medievali, come ad esempio la "Buca delle Fate". A monte dell'abitato di Montieri si trova un ampio parco comunale chiamato "II Piano". Aree verdi adibite a parchi si insinuano fino al cuore antico del paese.

Azioni sul documento