Tu sei qui: Home Il territorio I paesaggi medievali Gli edifici religiosi nel Medioevo

Gli edifici religiosi nel Medioevo

In ogni comunità medievale la presenza di edifici religiosi era fondamentale per la ‘cura delle anime’. 

 La Chiesa di S. Giacomo

A Montieri l’originaria pieve intitolata a S.Paolo, dove si veniva battezzati e sepolti,  si trova a circa 2 km di distanza dal centro, nei pressi dell’attuale toponimo “La pieve”. Da questo edificio, i cui attuali resti, a livello di fondazione, sono rapportabili al XII secolo, provengono quattro capitelli, oggi riusati in vario modo nelle locali chiese di S.Giacomo, dei SS.Michele e Paolo e di S. Francesco. Le loro caratteristiche stilistiche, ricollegabili alle influenze del cantiere monastico di San Antimo nel senese, sono rappresentative dell’impegno economico profuso nella sua costruzione.

All’inizio del XIII secolo, in concomitanza con il grande sviluppo urbanistico di Montieri, nella parte più alta dell’abitato fu edificata la chiesa dedicata a San Giacomo.

Della chiesa, pur essendo stata oggetto di più tardi interventi e restauri edilizi che interessarono sia i muri perimetrali sia le primitive aperture, si possono ancora cogliere i tratti originari. Questi sono in parte caratterizzati dal particolare uso di pietra e mattoni, in modo da ottenere una bicromia costruttiva che trova analoghi confronti in alcuni edifici di area volterrana e senese, come il noto oratorio di Montesiepi a S. Galgano. Sul retro si può ammirare un raro esempio di piccola abside pensile su di un monumentale sistema di riseghe degradanti di fondazione.

  

 torna a I paesaggi medievali

Azioni sul documento